FANDOM


Nel ricordo giovanile di Goudy Hogan, Joseph era visto come un eroe e non c'è dubbio che il profeta riscuotesse amore ed ammirazione da parte di tutti i membri della congregazione. Tuttavia, come fa notare Hogan nella sua rievocazione, egli non disdegnava di richiamare all'ordine, quando necessario, i disturbatori delle riunioni, compito allora espletato dai diaconi.


"In un'occasione andai con mio padre a Nauvoo [1] alla riunione del 6 aprile lo stesso anno del martirio. Poiché essa si teneva nel bosco non lontano dal tempio, una congregazione molto grande si era radunata ed era venuta a piedi da grandi distanze. Io e altri ragazzi ci arrampicammo su alcune tavole dietro il pulpito improvvisato per poter sentire ogni parola che si diceva.


Stavo seduto dietro il profeta Joseph Smith e a momenti gli toccavo i vestiti. Ero nella chiesa da poco tempo e in qualche modo ero superstizioso e notavo particolarmente il suo modo di vestire e di agire.

Ricordo che aveva una giacca di tessuto colorato con due piccoli buchi sui gomiti e che pensai che non era un uomo orgoglioso,la sua esperienza molto nobile mi ispirò con grande fiducia e fede che egli era una grande profeta di Dio. Ricordo ancora che, mentre un anziano stava parlando, il profeta Joseph gli chiese di smettere di parlare per un minuto. Si alzò dalla sedia e disse ad alta voce, alla grande congregazione riunita, che desiderava che alcuni giovani, ai margini di essa, che stavano disturbando parlando a voce alta con delle ragazze, la smettessero, ma andassero a casa e parlassero a queste con il consenso dei loro genitori.

L’oratore riprese il suo discorso e dopo un po’ il profeta scese dal podio e arrivò nella parte della congregazione dove c’era il disturbo. Sebbene il passaggio fosse ostruito dalla gente che stava là, la via davanti a lui si aprì così che egli ci passò in mezzo senza nessun problema mentre sarebbe stato impossibile per un uomo passare..... . In quella riunione nessuno disturbò più.

"History of Goudy Hogan, from Diary in his own Hand," typescript copy, BYU Special Collections, Harold B. Lee Library, Provo, Utah.